IMG_7895 (1)

Vincitori dei RiFF Awards 2018

IMG_7895 (1)IRAN – COUNTRY IN FOCUS

 

RETOUCH Kaveh Mazaheri / Iran

Golden River e Premio del Pubblico

 

Un inizio pieno di suspense trasporta il pubblico in una giornata della vita della protagonista che conduce un’esistenza opprimente, dove ogni azione viene fatta controvoglia. Il linguaggio realistico insieme alla notevole interpretazione spontanea e senza pretese aiutano ad innalzare il film ad un livello superiore. Diventa così molto più di una storia accattivante, trasformandosi in un intenso commento sulla posizione sociale della protagonista, donna oppressa completamente dimenticata dalla comunità.

 

ARA Yousef Kargar / Iran

Menzione Speciale della Giuria

 

La semplicità di uno sconfinato paesaggio accompagna la complessità dei rapporti umani e la profondità della sofferenza. Emozioni estreme narrate con umiltà e allo stesso tempo precisa cura.

 

 

SCUOLE DI CINEMA

 

FUCKING DRAMA Michael Podogil / Austria

Golden River e Premio del Pubblico

 

Il coinvolgente pretesto di una rappresentazione teatrale indirizza l’attenzione verso una domanda rilevante sull’arte: ha forse perso il suo potenziale? La tensione cresce man mano fino a divenire estrema, in bilico tra realtà e performance. Ben eseguito, sorprende il pubblico in modo efficace tenendolo sospeso tra risate e sbalordimento.

 

CASTING Katarzyna Iskra / Polonia

Menzione Speciale della Giuria

 

La giuria ha particolarmente apprezzato il casting di Casting! Marta Mazurek fornisce un’interpretazione delicata di una giovane donna forzata a scegliere tra la maternità e la carriera. E’ una storia d’impatto sul ruolo che il genere ricopre quando ci troviamo di fronte a scelte di vita fondamentali e su come veniamo giudicati per le decisioni prese.

 

 

CORTI ITALIANI

 

STELLA 1 Roberto D’Ippolito, Gaia Bonsignore

Golden River

 

Per la grande maestria con cui descrive il presente come una grande avventura attraverso gli occhi di una bambina, mantenendo comunque una connessione con il mondo degli adulti e con gli eventi reali passati. Ironico, energizzante ed interpretato in modo ineccepibile, viene completato dall’utilizzo di una colonna sonora molto azzeccata e da una conclusione poetica. Le scene di animazione si inseriscono in modo armonico all’interno della narrazione.

 

PEGGIE Rosario Capozzolo

Menzione Speciale della Giuria e Premio del Pubblico

 

La giuria vuole anche menzionare Peggie, un film che affronta il tema molto serio della demenza senile con sorprendente semplicità e delicatezza. Visivamente impeccabile, Peggie presenta diverse fasi della vita della protagonista spostandosi da una stanza all’altra attraverso un lungo piano sequenza. Le interpretazioni dei due protagonisti sono degne di nota.

 

 

CORTI INTERNAZIONALI

 

CUBEMAN Linda Dombrovszky / Ungheria

Golden River

 

Per il modo molto fantasioso in cui affronta il dramma di perdere un compagno di vita e la ricerca di un effetto placebo alla solitudine nei gesti ripetitivi della vita quotidiana. Con un colpo di scena finale molto toccante, il film utilizza in modo magistrale i colori e le ambientazioni per enfatizzare il suo messaggio. Caratterizzazione interessante dei protagonisti, ma anche dei personaggi secondari che creano delle vere e proprie micro-storie realiste all’interno della trama.

 

MADRE Rodrigo Sorogoyen / Spagna

Menzione Speciale della Giuria

 

La giuria vuole anche menzionare Madre, un thriller orchestrato da mani esperte sul peggior incubo di ogni genitore. I dialoghi intensi, l’uso di un lungo piano sequenza e l’eccellente interpretazione di Marta Nieto si fondono per creare un emozionante crescendo di tensione, aprendo allo stesso tempo una finestra sulla vita di una madre single nel suo momento più vulnerabile.

 

THE PECULIAR ABILITIES OF MR MAHLER Paul Philipp / Germania

Premio del Pubblico

 

 

ANIMAZIONE

 

NEGATIVE SPACE Max Porter, Ru Kuwahata / Francia

Golden River

 

Questa storia dolce amara raccontata in modo impeccabile ha toccato personalmente i giurati ricordando loro i rapporti con i propri genitori e quei piccoli gesti rituali che li legavano a loro. Negative Space è un meraviglioso film in stop-motion che riesce a stupire sia dal punto di vista visivo sia da quello emotivo nel giro di soli sei minuti.

 

LATE AFTERNOON Louise Bagnall / Irlanda

Menzione Speciale della Giuria

 

Per il suo modo molto efficace di usare l’animazione come un mezzo per vagare attraverso i pensieri di una donna affetta da demenza senile, dipingendo un viaggio delicato e toccante, ma allo stesso tempo pieno di colori e luce. Sullo sfondo un evocativo utilizzo di musica e suoni.

 

UN SEGNO NELLO SPAZIO Nicholas Bertini / Italia

Premio del Pubblico

 

 

DOCUMENTARI

 

THE GOOD EDUCATION Gu Yu / Francia

Golden River

 

La macchina da presa entra profondamente e silenziosamente nella vita di una giovane anima sensibile e nell’ambiente che la circonda. Il documentario mette in luce la vulnerabilità del vivere emarginata ed esplora le dinamiche sociali di un’area povera della provincia cinese. La regia semplice, ma efficace aiuta ad entrare in empatia con il soggetto del film.

 

SIROCCO: WINDS OF RESISTANCE Josh Campbell / Canada

Menzione Speciale della Giuria

 

Per essere riuscito ad attirare l’attenzione del pubblico su un argomento di grande attualità, focalizzandosi però su una storia raccontata raramente. L’impiego di forme espressive diverse ci ha coinvolti, insieme all’utilizzo alternato di musica, poesia e interviste.

 

THE BOY WHO MADE A MUSEUM Sergio Utsch / Regno Unito

Premio del Pubblico

 

 

EXTREME SHORTS

 

RAG DOLLS Justin Schaack, Kristin Schaack / Stati Uniti

Premio del Pubblico

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *